vai a Terapia delle Disfunzioni Temporomandibolari

Salve Dottore, le scrivo perchè avrei bisogno di un consiglio..comincio con farle sapere l'esito della mia RMN delle articolazioni temporo mandibolari.

L'esame viene eseguito mediante scansioni sagittali con sequenze pesate in T1 a bocca chiusa ed a bocca aperta.

Non alterazioni di segnale a focolaio delle strutture ossee.
Regolari i contorni e rapporti dei capi articolari tempro mandibolari.
Nella norma l'escursione ventrale dei condili mandibolari nella fase di apertura della bocca, situazione nella quale il menisco di destra viene recuperato nella sua normale posizione tra tubercolo anter iore dell'osso temporale e il condilo mandibolare corrispondenti mentre il menisco di sinistra, piuttosto disomogeneo per fatti degenerativi, persiste lussato ventralmente.

Nonostante non avessi mai avuto gravi dolori o specifici fastidi alla mandibola, il Prof. G. (dell'ospedale di P. , città in cui vivo) mi ha consigliato (SENZA NEMMENO VISITARMI E TOCCARMI!!!!!) un ciclo di 5 infiltrazioni intrarticolari di acido ialuronico..il mio dubbio è questo.. Ma secondo lei sarebbero necessarie queste infiltrazioni?So che l'acido ialuronico non è curativo e so anche che il mio problema assolutamente non si risolverebbe..ma non sono pericolose per quanto riguarda la posizione in cui vengono fatte?non è possibile che magari, per sbaglio, mi vengano toccati alcuni nervi..magari quello ottico o quello facciale rischiando così una mezza paralisi??
Tengo a precisare che, grazie ad alcune tecniche di FKT mandibolare (ponendo i pollici occlusalmente sulle arcate molari superiori e gli indici in corrispondenza dei canini inferiori, eseguo esercizi di apertura forzata della bocca..e ponendo il palmo della mano in regione sottomentoniera eseguo una pressione verticale dal basso versol'alto aprendo la bocca senza latodeviare), sono riuscita ad aprire la bocca moltissimo e senza alcuna deviazione dalla parte sinistra..insomma ho avuto grandissimi risultati. Secondo lei potrei continuare con questa ginnastica e magari aggiungere un bite notturno soltanto per rilassare un poco la mandibola di notte?Quale sarebbe altrimenti un'altra alternativa? C'è soluzione al mio problema?
La ringrazio moltissimo per la disponibilità e vorrei un suo parere al più presto.

 

 

Gentile Sig.,
 
leggendo il referto della RM si deduce che lei ha una dislocazione anteriore del disco senza riduzione all’ ATM sinistra. Se con gli esercizi di fisioterapia è riuscita a raggiungere una buona apertura senza dolore e\o deviazioni non posso che consigliarle di continuare con questi esercizi. Riguardo l’utilizzo di acido ialuronico ci sono sempre piu lavori scientifici che ne consigliano l’utilizzo in alcuni casi selezionati. Il pericolo di lesioni alle strutture nervose circostanti le articolazioni è quasi nullo se l’infiltrazione viene effettuata da un professionista esperto come il collega della sua città.
 
Secondo me ha già risolto gran parte del suo problema visto che non ha limitazione funzionale e dolore.
 
Cordiali saluti
 
Studio Dott. Francesco Pedetta Tel. 050/9711094

Torna a Lettere al Dr. Pedetta

dott-pedetta