Morso crociatoGent.mo Dottore,
sono rimasta molto colpita dalla gentilezza e dalla cura del suo sito ed è per questo che ho deciso di porle il mio problema, perchè confido in una sua risposta.

Ho 30 anni, appena compiuti, e ho una 3 classe scheletrica con latero deviazione destra di tipo funzionale.
Il mio viso, esternamente si presenta come un ovale lungo, ma abbastanza proporzionato. L'arcata dentale superiore intercuspida discretamente a sinistra, ma a destra no, perchè risulta slittata verso l'interno.

Gli incisivi sono all'interno di quelli inferiori, ma i premolari inferiori risultano all'interno dell'arcata superiore.
l'arcata inferiore è caratterizzata da un affollamento dentale. Ora, il mio dentista vuole provare a risolvere il problema con degli apparecchi fissi. Una settimana fa mi ha applicato un espansore del palato a due bande che dovrebbe, a suo dire, essere azionato poche volte (per adesso, il primo giro lo farà dopo 1 mese) per ottenere un espansione lenta del palato in circa 6 mesi. Se non ho capito male, vuole ottenere un espansione totale di circa 1,5 cm. I primi due giorni sentivo tutto muoversi e respiravo anche meglio. Ora mi sono abituata e non sento nulla e lui sposterà la chiavetta solo il 19 marzo.

Dopo questo espansore vorrebbe applicarmi un multibrackets per riallineare i denti. Ora, nonostante la fiducia che ripondo nel mio dentista, le chiedo se, secondo lei, è possibile ottenere qualche risultato positivo alla mia età e con la mia problematica, in quanto il costo degli apparecchi è abbastanza elevato ed io non vorrei trovarmi u na situazione peggiore di quella che ho già.

La ringrazio per la disponiblità che accorda a tutti quelli che le scrivono e nella speranza di ricevere risposta anche io, voglia gradire i miei migliori saluti.

Dalia

Buongiorno Dalia,

La ringrazio molto per i complimenti che mi ha fatto…e devo dire che non riesco in realtà a rispondere a tutti quanti come vorrei; gli impegni di famiglia e di lavoro sono sempre più pressanti ma questo è un modo per me di rilassarmi e di stare più vicino ai miei pazienti . Venendo al suo caso debbo dirle che non sono in grado di esprimere un parere specifico. Infatti, nei casi come il suo, la scelta terapeutica si basa sull'esame clinico e sulla analisi delle radiografie. Dunque non posso dirLe nulla.

Potri fare delle considerazioni generali, in particolare sull'uso dell'espansore del palato negli adulti. Quello che si può ottenere con questi apparecchi è infatti un allargamento del palato ma solo di tipo dentoalveolare. Non c'è infatti possibilità di espandere il palato ma solamente di allargare un pò l'arcata dentale. Le attivazioni di cui Lei mi ha parlato, solamente una attivazione al mese, rientra in un protocollo o modo di agire, che non conosco. Di solito le attivazioni sono più frequenti ed io applico il protocollo che mi ha insegnato Il padre dell'espansore del palato, Haas, quando ero nell'Ohio nel suo studio e che porta sicuramente a buoni risultati. Dunque penso che sia in buone mani e le faccio "in bocca al lupo".

Dr. Francesco Pedetta


 

Studio Dr. Francesco Pedetta 050-9711094

 

Torna a Lettere al Dr. Pedetta

dott-pedetta