espansore del palatoSalve, sono la mamma di una bimba di 8,5 anni alla quale è stato messo un apparecchio per l'espansione del palato.

Secondo il programma dell'odontoiatra avrei dovuto effettuare 8 giri di forellini (4 mattina + 4 sera) il primo giorno e poi 1 al mattino e 1 alla sera per altri 24 giorni.

Al 17esimo giorno ho autonomamente smesso di girare i forellini poichè questo richiedeva una forza terribile (sembrava bloccato) ed inoltre, perchè la bambina lamentava un dolore al setto nasale……dopo un ora è spuntata una gobbetta sul setto nasale contornata da un leggero livido… Ho chiesto all'odontoiatra cosa fosse successo, ma lui mi ha risposto che non capiva cosa fosse potuto accadere.

La bambina è stata visitata dall'otorino il quale ha detto che c'era una frattura al setto nasale. Ora Le chiedo, gentilmente, cosa è successo? Cosa si può fare? Grazie.
 

 

Gent.le Signora,

ho dei dubbi che l'espansione rapida del palato possa portare alla frattura del setto nasale. La sua è la seconda segnalazione che ho ricevuto in merito a complicazioni al setto nasale dopo l'espansore rapido del palato.

In tanti e tanti anni non abbiamo avuto mai problemi particolari, salvo l'estrazione di alcuni dentini di latte al momento della rimozione dell'apparecchio.

Sono convinto che molto dipenda dal tipo di espansore e dalla modalità di attivazione.

Quello che credo possa essere avvenuto è la lussazione del piede del setto (e non la frattura del setto). Infatti esso è adeso al palato lungo la spina nasale e potrebbe subire una lussazione a seconda dell'attivazione dell'apparecchio.

Le consiglio di effettuare un controllo rinoscopico che accerti quello che è realmente accaduto e prendere le decisioni necessarie.

Io collaboro con il Dr. Filippo Delitala dell'Ospedale Cisanello di Pisa.

Distinti saluti.

Torna a Lettere al Dr. Pedetta

 


Dr. Francesco Pedetta
via Cavour, 4 Pisa
Tel. 050-9711094  

dott-pedetta